giorgio levi

Carlo Rossella: “Mi hanno licenziato da Chi perché sono troppo di sinistra”

Carlo Rossella, presidente di Medusa Film

D’accordo, ognuno la veda come gli pare. Il caro, vecchio, intramontabile Carlo Rossella, 75 anni, attualmente presidente di Medusa Film, accusa il settimanale Mondadori Chi di averlo licenziato perché troppo di sinistra. In realtà Rossella aveva fino a ieri una semplice rubrica di buoni consigli sul settimanale diretto da Alfonso Signorini.

Riporta Lettera 43 di una sua intervista al programma radiofonico di Radio Rai1 Un giorno da pecora. Rossella: “Mi hanno detto che lo hanno fatto per risparmiare, ma secondo me l’hanno tolta per ragioni ideologiche, perché sono troppo di sinistra”. Poi ha aggiunto: “Mi ha chiamato Signorini, dicendomi che non potevo più fare la mia rubrica perché l’amministratore delegato della Mondadori non vuole più che tu la faccia. Signorini mi sembrava dispiaciuto. Ma quando uno ti licenzia è sempre dispiaciuto. Non credo sia stata una sua decisione, non so, ma comunque qualcuno l’avrà presa”.

Sul fronte politico Rossella, uomo di sinistra come lui stesso si dichiara, non ha dubbi sul suo amico Berlusconi: “E’ molto più a sinistra di tanta gente di sinistra. Silvio ha una sensibilità per coloro che hanno bisogno, che tanta gente di sinistra non possiede”.

Credits

Lettera 43

L’ntervista di Carlo Rossella a Un giorno da pecora

Chi è Carlo Rossella