giorgio levi

Vito Crimi: l’Ordine dei giornalisti è al capolinea. E’ anacronistico e va abolito

Il sottosegretario Vito Crimi e una ne fa e cento ne pensa. E’ tornato a parlare dell’Ordine dei giornalisti: “L’abolizione dell’Ordine è un tema all’ordine del giorno del governo. Ritengo che l’avvento di un nuovo modo di comunicare presupponga la definizione di nuovi modelli professionali. E’ anacronistico limitarsi a definire i giornalisti in quanto iscritti all’Ordine come unici tenutari della capacità di fare informazione di qualità, vuol dire non vedere il mondo che cambia”.

La manovra di abolizione dell’Ordine sarebbe possibile con la nuova legge sulle professioni non regolamentate. Dunque, quello che non riuscì a Matteo Renzi, sembra ora possibile con questo Parlamento a maggioranza stellata-leghista. Magari non sarà domani, ma oggi è molto più probabile di ieri.

Credits

Prima Comunicazione