giorgio levi

“Toninelli straparla”. Mario Calabresi risponde al ministro convinto che i Benetton siano azionisti di Repubblica

Ciò che dei grillini mi stupisce sempre è l’ignoranza crassa, madornale, persino eccessiva, della quale sembrano invece orgogliosi. Sanno poco o nulla, inventano, poi smentiscono, citano fonti inattendibili, sono aggressivi come tutti gli ignoranti, nuotano nel mare del nulla. Convinti che si possa andare al governo, raccontare quattro balle prese da internet e guidare il Paese.

L’altro giorno il ministro Toninelli, il più accreditato grillino nell’elenco degli incolti duri e puri, ha affermato qui che la famiglia Benetton è stata (o è) nel consiglio di amministrazione di Repubblica, dell’Espresso e del Messaggero e questa sarebbe la ragione per cui i giornali “attaccano il governo del cambiamento e il Movimento 5S”.

Gli ha risposto Mario Calabresi, direttore di Repubblica, con un tweet: “Il ministro Danilo Toninelli ha perso lucidità, ormai straparla ma stasera si è superato affermando il falso sul blog delle stelle: i Benetton non sono mai stati azionisti di Repubblica , mi auguro che rinsavisca e cancelli in fretta queste frasi diffamanti”.

Ps. Secondo me Toninelli è così nature perché non ha la più pallida idea di come siano composti i gruppi editoriali italiani.