giorgio levi

Nicola Marini eletto nuovo presidente dell’Ordine dei giornalisti. Il secondo dopo le dimissioni di Iacopino. E senza essere mai andati a votare

Nicola Marini (professionista) è il nuovo presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Lo ha eletto l’Assemblea convocata in seguito alle dimissioni di Enzo Iacopino. Marini, già tesoriere e membro dell’Esecutivo, ha ottenuto 73 preferenze. L’altro candidato, Oreste Lo Pomo, è stato votato da 50 consiglieri.
Ecco, così va il mondo. Marini, mi dicono, è una degnissima persona e farà certamente bene. Sta di fatto che dalle dimissioni di Enzo Iacopino questo è il secondo consigliere nazionale che assume l’incarico di presidente. E’ vero che Santino Franchina (pubblicista) vantava la definizione di presidente pro tempore, ma è anche vero che da un anno e mezzo sono scaduti i mandati dei consiglieri nazionali e quelli regionali e siamo ancora qui che aspettiamo di sapere come e quando si potrà finalmente votare.
E’ ovvio che la legge sulla riforma dell’editoria, che conteneva un cazzillo di riforma anche per l’Ordine, ha rallentato le grandi manovre. Al momento manca ancora un regolamento attuativo, cioè quello che stabilisce la normativa elettorale, perciò siamo fermi al palo. E, secondo me, anche senza benzina, perché a complicare il tutto s’intrecciano già minacce di ricorsi e controricorsi. Ora pare che le elezioni non ci saranno nemmeno in autunno e forse verrà chiesta al governo una nuova prorogatio, il che vuol dire altri sei mesi. Ma forse non basteranno e tra un anno saremo ancora qui. Gaudenti e felici.
Credits