giorgio levi

Inviati al fronte dalla tastiera

(foto Foto asim alnamat da Pexels)

Leggo sui social (Facebook e Twitter) astiosi commenti sul lavoro che svolgono i giornalisti italiani inviati al fronte ucraino. Ora, io non devo difendere una categoria alla quale appartengo solo più marginalmente, e non sono certo uno che misura le parole per compiacere altri, ma perché prendere per il culo una giornalista che si presenta davanti alla telecamera con un elmetto sulla testa? Sì, è vero, dietro di lei c‘è una donna con una borsa della spesa che va tranquillamente alla sua auto. Ma l’inviata dov’è? Su un campo di golf di Miami e si ripara la testa da un bombardamento di palline? O l’inviata è nel centro della guerra, esattamente dove noi ci aspettiamo che sia?

Ma perché voi inviati al fronte dalla tastiera non vi andate a leggere la storia di Maria Grazia Cutuli? O di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin? O di Mimmo Càndito? O di Domenico Quirico e della sua durissima prigionia in Siria? O di molti altri inviati italiani che hanno rischiato la vita per raccontarci le tragedie della guerra.

Potete anche ascoltare la Cnn, ma non potete dire che gli inviati italiani stiano chiusi negli alberghi con l’elmetto in testa. Ho visto giornaliste e giornalisti Rai sulla linea del fronte con gli scoppi delle bombe a pochi chilometri, leggo reportage di cronisti che raccontano il dramma delle povera gente di campagna, ho visto ieri sera su Retequattro Fausto Biloslavo, alla sua verde età di 61 anni, girare in macchina con i finestrini aperti e il braccio fuori con il telefonino in mano per trasmettere in diretta il deserto delle strade di Kiev di notte, in pieno coprifuoco.

Su Fb Roberto Travan, grande fotografo che da anni ci racconta i drammi etnici e sociali dell’Ucraina, ci regala immagini ogni giorno di quel Paese violentato da Putin.

Ecco, considerate tutto questo e molto altro. Atteggiarsi a bulli da divano può far sorridere dieci secondi. Alzare le chiappe e andare a esplorare Kiev di notte è un’altra faccenda.

One thought on “Inviati al fronte dalla tastiera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...