giorgio levi

La nave corsara vota compatta per il capitano Giannini: 159 sì e 5 no

E’ andata com’era ampiamento previsto, i giornalisti della Stampa hanno votato oggi pomeriggio il gradimento al direttore Massimo Giannini. Risultato: 159 sì, 5 no e 11 astenuti.

Insomma, un plebiscito, L’idea del direttore di fare della Stampa una nave corsara contro le due corazzate Corriere e Repubblica, come aveva detto qui l’altro ieri,  ha evidentemente convinto. E forse anche l’atteggiamento di disponiblità a districare il casino sindacale che si è creato sotto la direzione di Maurizio Molinari, arrivato a fine mandato al minimo storico di gradimento. Il quale Molinari deve vedersela ora con la redazione di Repubblica, già palesemente ostile al suo programma.

L’arrivo di Giannini è stato visto come una liberazione e in ogni caso l’avvio di una fase nuova. Il difficile arriva ora. Le copie vendute in edicola si sono attestate in questi due mesi sulle 80 mila giornaliere. Ma non è un mistero che c’è chi afferma essere meno di così. E’ invece migliorata la redditività dell’online e forse qui qualche carta da giocare c’è, anche se tutti sanno che i numeri su internet sono del tutto incontrollabili. L’unica verifica attendibile la si vedrà con i conti.

La riproduzione di questo post è autorizzata esclusivamente secondo l’attribuzione di Creative Commons e in ogni caso va citata sempre la testata del blog specificando il nome Il Times e il link attivo a cui accedere. In ogni altro caso è necessaria l’autorizzazione dell’autore.