giorgio levi

Anche gli agronomi, i forestali e i chimici ci stanno: “Sosteniamo l’allargamento della platea Inpgi”

Stefano Poeta, presidente Epap

Leggo e riporto dal sito Inpgi Notizie. E non fate troppo gli schizzinosi.

Sosteniamo la posizione del sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon nell’appoggiare l’iniziativa dell’Inpgi per ampliare la platea dei propri iscritti con l’obiettivo di favorire l’individuazione di soluzioni che permettano di superare le difficolta’ finanziarie dettate dalla crisi del mercato del lavoro”.

Ad affermarlo il presidente dell’Epap (Ente previdenziale pluricategoriale, che comprende dottori agronomi e forestali, chimici, fisici, attuari e geologi) Stefano Poeta che, in una nota, loda l’impegno della Presidente dell’Istituto pensionistico dei giornalisti Marina Macelloni. Secondo il vertice della cassa, l’idea proposta dal rappresentante del governo “non crea oneri sul bilancio dello Stato ed evidenzia come gli Enti di Previdenza, con la loro autonomia amministrativa, possano trovare soluzioni che non gravano sui cittadini italiani. Il nostro impegno – conclude Poeta – dovrà esser quello di lavorare, affinchè lo stereotipo delle Casse di Previdenza come impositori di inutili oneri economici venga rimpiazzato da misure che pongano rimedi agli effetti negativi della crisi dei settori lavorativi e delle frequenti interruzioni di reddito, che colpiscono soprattutto i professionisti più giovani”.

Inpgi Notizie