giorgio levi

Maurizio Costanzo direttore dell’Unità. Molto più che un’ipotesi

Per salvare l’Unità adesso spunta Maurizio Costanzo.  A scriverlo nero su bianco è stato l’ex direttore Emanuele Macaluso nel suo quotidiano corsivo su Facebook dove lo storico dirigente del Pci affronta la crisi senza fine del quotidiano di sinistra. “Smettete di ripubblicare L’Unità fondata da Antonio Gramsci”, ormai da tre giorni lontano dalla edicole perché l’editore Piesse ha smesso di pagare lo stampatore e i giornalisti, con ricatti di ogni tipo e promesse non mantenute.

Scrive Macaluso: “Si dice che i costruttori ora cercano altri soci e circola l’ipotesi di Maurizio Costanzo e signora Maria. Ma anche loro, con la storia de L’Unità, non hanno nulla a che fare”.

A quanto risulta a Lettera43.it (il quotidiano online che ha anticipato la notizia) la coppia Stefanelli-Pessina starebbe cercando di fare il possibile per scongiurare un fallimento che ormai è dietro l’angolo. Costanzo, compagno storico di Maria De Filippi, sarebbe stato sondato, come tanti altri. Lo storico conduttore televisivo è già stato direttore dell’Occhio e de La Domenica del Corriere alla fine degli Anni Settanta, nello stesso periodo in cui il suo nome finì nelle liste della P2 di Licio Gelli.

Credits

L’anticipazione su Maurizio Costanzo direttore dell’Unità pubblicata da Lettera43