giorgio levi

“Thank you, Dean and Joe”. Ecco la lettera integrale con cui il New York Times offre buoneuscite cash ai giornalisti che vogliono andarsene

Dean Baquet

L’obiettivo è risparmiare per investire nelle storie che fanno notizia e che necessitano di talenti. E che diano una forte spinta all’informazione in rete. Per fare questo però il New York Times ha bisogno che una parte dei redattori esca dal giornale. Perciò offre buoniuscita cash di notevole entità a chi prenderà questa decisione. Nella mail il direttore Dean Baquet scrive: “In molti siano arrivati a credere che ci sono troppi strati del nostro processo, troppi redattori che lavorano sulle stesse storie, specialmente su notizie di copertura di routine. Questo ci costa e ci rallenta”.

Il NYT conta così di arrivare ad un consistente risparmio che accelerari le assunzioni per poter reclutare fino a 100 nuovi giornalisti.  Recentemente ha già arruolato reporter investigativi, corrispondenti esteri e professionisti video. Il direttore del NY Times vuole giornalisti sul campo che sviluppino storie “originali come mai prima d’ora”.

Tuttavia, se il NYT non arriverà a questo obiettivo dice il direttore “sfortunatamente dovremo trasformare le buoneuscite in licenziamenti”. Baquet è certo che si debba fare questo passo. Una riorganizzazione “significativa” della redazione, per “solidificare e migliorare” il lavoro redazionale perché “gli eventi hanno portato il Times a un momento storico e noi dobbiamo sfruttarlo, per noi stessi e per i lettori”.

Un po’ come qui da noi. Da almeno quindici anni i quotidiani riducono all’osso le redazioni, obbligando chi rimane a turni di lavoro sempre più impegnativi, sfruttando gli stati di crisi. A casa il più alto numero possibile, pochissimi entrano. Fortunatamente la nuova normativa in materia di stati di crisi è più severa e il balletto delle uscite sarà più complicato. Resta il fatto che i giornali da anni non fanno più praticanti. In tutto il 2016 l’Ordine dei giornalisti del Piemonte ha esaminato quattro contratti di assunzione per praticanti.

Il NYT è avanti di decenni ed è di nuovo in cammino, noi ci preoccupiamo di creare monopoli informativi mostruosi senza domandarci dove e come andrà il giornalismo del futuro.

Credits

La lettera depositata presso la Securities and Excahnge Commission  con cui il direttore del Nwe York Times offre buoniuscita ai giornalisti che decidono di andarsene