giorgio levi

Bruce Willis o Will Smith, chi era il manesco agli Oscar? Distrazioni e superficialità. Ma gli errori, anche in una didascalia, fanno perdere i lettori

Nelle pagine de La Stampa il marchiano errore in una didascalia

Mi spiace essere crudele verso il mio ex giornale dove, seppur per pochi anni, ho incrociato colleghi bravissimi, con i quali mi sono trovato benissimo. Ma forse erano altri tempi. Come dimostra chiaramente la didascalia di questa foto, apparsa nell’edizione cartacea de La Stampa di oggi.

Titolo corretto, un buon articolo. Ma dicitura leggermente sbagliata. Nel murales riprodotto nella fotografia si vede lo schiaffo che Will Smith ha rifilato a Chris Rock nella sera degli Oscar. Peccato che la didascalia dica che il pugno è stato sferrato da Bruce Willis. Che ha già tanti problemi di suo con l’afasia, ma che è pure bianco e non era nemmeno alla serata degli Oscar.

Mario Calabresi, ai tempi in cui fu direttore de La Stampa, aveva istituito un premio settimanale dedicato al pezzo migliore, all’intuizione più geniale su una notizia, al titolo più accattivante e anche, come disse lui stesso, eventualmente ad una didascalia. Perché, sosteneva, a ragione, che una dicitura ben fatta può valere più di un articolo. Et voilà.

Ma forse, benché vicini, erano altri tempi. Come possono benissimo testimoniare colleghi che hanno trascorso la loro esistenza professionale in quel giornale. Il controllo sulle pagine era molto severo, passava da capiservizio, capiredattori, vicedirettori e persino dal direttore, che alla sera stava seduto alla sua scrivania. 

Di errori ne abbiamo fatti tutti a bizzeffe, perciò è ingeneroso rimarcare quelli degli altri. Ma quando si ripetono nel giro di poche settimane vuol dire che c’è qualcosa che non va.

Se gli editori, in generale, non avessero tagliato tanto, non avessero pensionato a forza decine di bravi redattori, se avessero tenuto i correttori di bozze, se i giovani assunti avessero potuto lavorare accanto ai vecchi e imparare il mestiere, beh nessuno avrebbe confuso Will Smith con Bruce Willis. Questo è certo.

Ciao, Will Willis, salutami Bruce Smith.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...