giorgio levi

Cairo silura Umberto Brindani. “Oggi”, entra Verdelli

Carlo Verdelli

Per un po’ di giorni, nell’ambiente, non si è parlato d’altro. Il siluramento improvviso di Umberto Bridani, 63 anni, da direttore di Oggi, dopo 12 anni alla guida del settimanale. Secondo la dura legge che accompagna i direttori di giornale oggi ci sei, domani chi può dirlo Urbano Cairo ha lanciato un missile alla poltrona di Brindani senza farsi tanti scrupoli, tipo informare del provvedimento il Cdr del settimanale. Al posto di Brindani entra Carlo Verdelli, 65 anni, ex direttore de La Repubblica e della Gazzetta dello Sport, ed oggi editorialista de Il Corriere della Sera. Entrambi hanno un passato comune in Mondadori negli anni Ottanta.

Il perché della cacciata di Brindani non lo sa nessuno, a parte le solite voci secondo cui il direttore si mostrava poco entusiasta nel trasferire risorse redazionali dalla versione cartacea a quella online. Tant’è che lo stesso Cairo, nel salutare l’arrivo di Verdelli, ha detto: “A lui va il mio benvenuto e gli auguri di buon lavoro, con l’auspicio di sviluppare ulteriormente il sistema multimediale della testata”. Sta di fatto che Oggi a novembre ha venduto 125 mila copie in edicola. Certo, non sono più le 500 mila degli anni Settanta, ma di questi tempi è un risultato d’oro. Forse Brindani voleva difendere questo patrimonio, che la maggior parte dei settimanali, molti ridotti a brandelli, gli invidiano.

Questo significa che Brindani dal 2010 ha fatto un gran lavoro, come testimonia la sua stessa redazione attraverso il Cdr, che Cairo non ha informato del licenziamento 72 ore prima, come previsto dall’articolo 34 del contratto di lavoro. Scrive il Cdr: “Siamo sconcertati. Esprimiamo vicinanza e solidarietà al direttore Brindani. Nei suoi dodici anni di direzione ha guidato il giornale con grande equilibrio e professionalità, garantendo sempre massima libertà ai suoi giornalisti e ottimi risultati di diffusione del settimanale, nonostante il difficile momento del mercato editoriale. La redazione esprime al direttore la gratitudine per il suo lavoro e la sua assoluta dedizione alla qualità del giornale”.

Brindani saluta i suoi lettori con l’editoriale di domani, giovedì 21 gennaio: “Finisce qui la mia avventura alla guida del giornale che avete tra le mani. Una cavalcata lunga 12 anni che mi ha entusiasmato e profondamente segnato, naturalmente in positivo. Avevo diretto altri settimanali, prima del nostro Oggi, ma mai così a lungo. E mai avevo potuto entrare così in sintonia con il mio pubblico, voi che mi leggete: me lo avete dimostrato numero dopo numero nella seguitissima rubrica della posta, ma soprattutto con un’incredibile fedeltà che ci ha consentito di resistere ai morsi della crisi planetaria dell’editoria”.

Carlo Verdelli assumerà di direzione dal 1° febbraio, accompagnato da una nota di Rcs: “Prosegue la storica e proficua collaborazione con il gruppo Rcs dove attualmente svolge il ruolo di editorialista del Corriere della Sera e in passato ha ricoperto gli importanti ruoli di direttore di Sette e vicedirettore de Il Corriere della Sera prima e di direttore de La Gazzetta dello Sport poi”.

La nota specifica anche che Umberto Brindani non avrà altri incarichi all’interno di Rcs.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...