giorgio levi

La contestazione dei cattolici nel ’68. Convegno con Università, Centro Studi Pestelli, Fondazioni Nocentini e Pellegrino, Centro Gobetti

Ricevo dall’Università di Torino e volentieri pubblico.

Giovedì 22 e venerdì 23 novembre si terrà a Torino il convegno “Cattolici del Sessantotto. Protesta politica e rivolta religiosa nella contestazione degli anni Sessanta e Settanta”, nella Sala didattica del Polo del 900, via del Carmine 14.

L’iniziativa intende ricostruire i passaggi che portarono molti giovani cattolici  (non soltanto in Italia) a partecipare ai movimenti di protesta studentesca e operaia, incidendo notevolmente sul rinnovamento dell’intero cattolicesimo e sulla più generale stagione di contestazione politica e sociale.
Il convegno, promosso dal Dipartimento di studi storici dell’Università degli studi di Torino, è organizzato in collaborazione con la Fondazione Vera Nocentini, la Fondazione Michele Pellegrino e il Centro studi sul giornalismo Gino Pestelli, all’interno del progetto del Polo del 900 “Dall’immaginazione al potere. 1968-1969” coordinato da Centro Studi Piero Gobetti.

Giovedì 22 novembre, alle ore 15, dopo i saluti di Sergio Soave, Gianfranco Zabaldano e Giorgio Levi, si terrà la prima sessione “Senza fine, senza confini”, presieduta da Mauro Forno. Interverranno Gerd-Rainer Horn sul tema “Il Sessantotto di carta. I giornali del progressismo cattolico in Europa”, Paolo Zanini su “Le riviste dei cattolici italiani nel Sessantotto: il caso de ‘Il Gallo’”, Massimo De Giuseppe su “Teologia della liberazione e rivoluzione politica tra Europa e America Latina” e Matteo Mennini su “Le frontiere della Chiesa. Terzomondismo e ‘Chiesa dei poveri’ nel cattolicesimo di sinistra”. Nella mattinata di venerdì 23 novembre, dalle ore 9, si svolgerà la seconda sessione “Cattolici dentro la protesta”, presieduta da Bartolo Gariglio. Sono previste le relazioni “Verso il Sessantotto. Cattolici del post-Concilio alle origini della contestazione” di Agostino Giovagnoli, “La politica sotto accusa. Democristiani e comunisti di fronte alla contestazione cattolica” di Alessandro Santagata, “Il Sessantotto della Federazione universitaria cattolica italiana” di Tiziano Torresi, “Cattolici veneti nel ‘lungo Sessantotto’” di Alba Lazzaretto e “Una generazione alla prova. Cattolici e contestazione a Torino” di Marta Margotti.

La partecipazione alla prima sessione del convegno consente agli iscritti all’Ordine dei giornalisti l’acquisizione dei crediti formativi; per l’iscrizione è necessario registrarsi attraverso il sito https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

L’iniziativa si inserisce attivamente nel dibattito pubblico sul Sessantotto, proponendo studi originali basati su ricerche d’archivio, in grado di chiarire le scelte dei contestatori e di indagare le reazioni degli ambienti politici ed ecclesiastici di fronte all’imprevista ondata di proteste dei cattolici. L’iniziativa è in stretta continuità con il convegno “La rivoluzione del Concilio. La contestazione cattolica negli anni Sessanta e Settanta”, organizzato nel novembre 2016, di cui sono stati pubblicati gli atti (Studium, Roma 2017).

I temi affrontati nelle prossime giornate di studio avranno un’immediata ripresa nella tavola rotonda “Cattolici nella contestazione. Torino, 1968-1969”, in programma al Polo del 900, martedì 4 dicembre 2018, alle ore 17.30.