giorgio levi

“Un giorno, tutto questo”. Sarà tuo?

Da 31 edizioni vengo qui ogni anno. E’ quella che si chiama mozione degli affetti. Ma so poco del groviglio economico e finanziario che avviluppa il Salone Internazionale del Libro di Torino, non è la mia materia. Quello che ho capito l’ho letto sui giornali. C’è la vecchia Fondazione in liquidazione e nessuna nuova società o Fondazione che lo abbia rilevato, con il suo carico di debiti e creditori. E di dipendenti.

Perciò è meraviglioso, e forse profetico, il tema di questa edizione Un giorno, tutto questo.  Sarà tuo? Di chi, un’idea me la sono fatta.