giorgio levi

Missione Regione Liguria in Dubai: i giornalisti al seguito viaggeranno con il presidente Toti a spese di chi? C’è una interrogazione dell’opposizione

Giovanni Toti, presidente della Liguria (foto Wikipedia)

Debbo fare una premessa a questa vicenda del viaggio del presidente della Liguria Toti in Dubai con seguito di giornalisti che, secondo quanto denunciato con una interrogazione dell’opposizione di Ferruccio Sansa, consigliere regionale, viaggeranno a spese dell’ente pubblico.

La premessa è questa. Per molto tempo mi sono battuto in sede sindacale perché i giornalisti non accettassero mai, e per nessuna ragione, regali, omaggi, premi, pranzi, cene, merende, inviti compiacenti, promesse, biglietti d’aereo o di treno, abiti, accessori, cesti natalizi e uova pasquali. Insomma, nulla di nulla. Nè a spese di privati, e men che mai a spese di enti pubblici.

Negli anni in cui rappresentavo il sindacato dei giornalisti della Mondadori (a quel tempo quasi 500) avevo redatto una sorta di memorandum che escludeva i giornalisti da qualsiasi forma di regalìa. Unica eccezione: i libri. Portammo il decalogo in assemblea e venne approvato a larghissima maggioranza. E a larghissima maggioranza venne totalmente disatteso. Le giornaliste della moda nei settimanali femminili continuarono a ricevere in regalo a Natale le giacche di Armani o le borsette di Prada. Con l’accorgimento che venivano spedite a casa e non in redazione. Battaglia persa, ma con la coscienza a posto. Insomma, un fallimento.

Ora leggo questa notizia che arriva dalla Liguria. E a raccontarla è Ferruccio Sansa, inviato de Il Fatto Quotidiano (e in passato anche de La Stampa e di altri quotidiani) ora in aspettativa in quanto consigliere regionale. Dice Sansa: “Giovedì alle 14 dall’aeroporto della Malpensa partirà una spedizione di politici e giornalisti liguri. Destinazione Dubai. Molti di questi giornalisti viaggeranno e saranno ospitati a Dubai con soldi pubblici. Cioè nostri. Abbiamo presentato due interrogazioni a Toti con le seguenti domande: Quanto costerà il viaggio? Quali testate giornalistiche viaggeranno a spese del contribuente e quanto costeranno biglietti e pernottamenti? Chi è stato invitato a spese nostre oltre ai giornalisti? Quanto è costato il convegno organizzato, insieme con una testata giornalistica locale, per lanciare la presenza ligure a Dubai? Quanto è stato speso in pubblicità sulle testate locali per lanciare la presenza della Liguria a Dubai”.

Sansa precisa: “Toti non ci ha risposto. Niente. Non una cifra. Andate a vedervi le delibere, ha detto. Peccato che nelle delibere non ci sia scritto il costo del viaggio, del convegno e quali sono le testate che viaggeranno a spese nostre”.

Poi c’è la questione della dignità professionale e dice Sansa che questo “questo non è un attacco nei confronti della stampa. Anzi, è un gesto di passione, un atto di riconoscimento dell’enorme importanza che una libera informazione può avere per i cittadini. Critichereste voi chi vi dà milioni di euro di pubblicità e vi paga il viaggio di cui dovete scrivere?”

Insomma conclude Sansa “senza libertà il lavoro di giornalista semplicemente non ha senso. L’indipendenza è necessaria a un giornalista più del computer con cui scrive, più delle parole che usa”.

Vedremo come andrà a finire, ma per la lunghissima esperienza che ho, un viaggio alle Seychelles pagato da qualcuno che non sai nemmeno bene chi è, ma non è certo il tuo giornale, sarà sempre ben accolto. Anche dal tuo editore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...