giorgio levi

Feltri (direttore di Domani): “Il giornale non potrà assumere tutti. Spazio ai freelance, ma indicate il budget per le vostre inchieste”

Il direttore di Domani, il nuovo quotidiano di Carlo De Benedetti, Stefano Feltri sta ultimando il trasloco da Chicago, dove ha abitato fino ad oggi, a Roma, sede della redazione del quotidiano. L’editore è Editoriale Domani, che fa capo ad una fondazione, e ha invece sede legale a Torino.

Un momentaccio per chi fa questo mestiere. Feltri lo sa: “I giornalisti non godono di buona reputazione. Molti li considerano una casta con privilegi e potere. Questo vale per una minoranza assunta in decenni lontani, che però pesa ancora parecchio sui conti delle imprese editoriali. I giornalisti italiani oggi, anche quelli bravi, sono spesso freelance pagati qualche decina di euro a pezzo, a prescindere dalla qualità del loro lavoro. Perche’ tutte le risorse sono investite negli stipendi di baby boomers molto garantiti e ancora lontani dalla pensione. Gruppi editoriali dai conti insostenibili dipendono dai favori governativi per piani di prepensionamenti e aiuti vari, giornalisti giovani e meno giovani pronti a fare inchieste interessanti non trovano chi le finanzia. Risultato: c’e’ una carenza di giornalismo di inchiesta e di analisi indipendenti e un eccesso di giornalismo che e’ mera amplificazione delle attivita’ del governo. O, ancora piu’ spesso, dei suoi annunci e delle successive polemiche dell’opposizione”.

Sul tavolo (per ora virtuale di direttore) Feltri riceve ogni giorno centinaia di mail di colleghi che si propongono, come spiega nella sua newsletter: “Domani non può assumere tutti, anzi, stiamo costruendo una squadra piccola e battagliera perché anche con un editore forte la prima garanzia di indipendenza è avere un modello di business sostenibile e conti in ordine”.

Feltri: “Leggo tutti i curricula e cerco di rispondere a tutte le mail, ma vi chiedo uno sforzo ulteriore. Pensate a qualche progetto di inchiesta, qualcosa che possa davvero interessare a un pubblico preciso, mettete a fuoco a chi volete parlare e di quale budget avete bisogno per finanziare la vostra idea”.