giorgio levi

Toh, guarda chi si rivede. Anche il vecchio “Monti” punta all’editoria

Vista così sembra una forzatura. Magari invece qualcosa di buono c’è. Lettera43 ipotizza qui che Luca Cordero di Montezemolo punti ad entare nel mondo dell’editoria. La storia è un po’ complicata, ma ad un  certo punto, nel pezzo scritto da Giovanna Predoni, entra in campo Andrea Riffeser, il banchiere romano “da anni è il secondo socio e alleato forte della cassaforte Monrif che controlla Poligrafici Editoriale, ovvero Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno“.

Lettera43 scrive: “L’andamento del titolo Monrif sta dando grandi soddisfazioni agli investitori. Il motivo di questo rialzo non trova riscontri nei fondamentali ma, come si sa, l’editoria presenta sempre qualche sorpresa. Da qui le voci più disparate. Si sa da tempo che Monrif è alla ricerca di alleati che consentano un salto dimensionale. C’è chi ricorda, per esempio, le pressanti avance di Riffeser verso il Sole 24 Ore, gruppo allo stremo in cerca di porti sicuri. Un’altra strada potrebbe portare a Roma. Il fondo Amber possiede il 10% del gruppo Caltagirone e molti pensano che proprio l’hedge potrebbe acquistare l’intera quota di controllo, dopo il fallito delisting, dal costruttore romano. Per arrivare poi, Antitrust permettendo, a una fusione con Monrif. Fantasie? Quasi sicuramente. L’unica certezza è che Montezemolo, per nulla distratto dalla prossima quotazione di Italo, gradirebbe molto avere un ruolo importante in un nuovo gruppo editoriale e gli amici fidati sostengono che stia finalmente per coronare il suo sogno”.

Chissà.