giorgio levi

Arnoldo&Angelo, 125 anni dopo

Arnoldo-Mondadori-and-Walt-Disney_imagelarge

Arnoldo Mondadori con Walt Disney

Domani sono 125 anni dalla nascita di Arnoldo Mondadori e 125 anni e 48 ore da quella del martinitt Angelo Rizzoli. Arnoldo nacque il 2 novembre del 1889 e Angelo due giorni prima. Tutt’altro che santi (Arnoldo fu un fascista convinto) restano dopo un secolo la maggiore espressione dell’editoria italiana. Puri non mi piace, ma è quello che sono stati. Come Einaudi. O Rusconi, Garzanti, Feltrinelli e qualche manciata d’altri.

Era un mestiere difficile, complicato, pieno d’incognite. Quando ho firmato la mia lettera di assunzione in Mondadori ho percorso a passi lenti e meditati e felici il corridoio della cosiddetta “foglia” dove appesi ai muri che confinavano con l’open space c’erano una serie di fotografie che raccontavano la storia della Mondadori e del vecchio Arnoldo (mi sa che non ci sono più, forse c’è Marina, sic!). M’incantavano quelle immagini, ero entrato nel tempio dell’editoria italiana, Mario Formenton ne era ancora il presidente. Quello che non potevo sapere era che quel mondo che osservavo con tanto orgoglio era alla fine, che l’editoria si sarebbe sporcata le mani (e non solo quelle) con la finanza, l’industria, con i compromessi economici.

Eravamo al capolinea, in dieci anni tutto sarebbe cambiato. A volte mi domando se quei due ragazzi di fine secolo avrebbero accettato le regole di questo gioco. Quello che è accaduto è che quelle intuizioni, quella genialità, quel talento di Arnoldo e Angelo è finito con loro, il mare è rimasto senza vento e noi non ce ne siamo nemmeno accorti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...