giorgio levi

Perrone più vicino a John Elkann, dopo l’acquisto di azioni Gedi. Ora supera il 5% del capitale societario

Carlo Perrone, dopo l’acquisto di 160 mila azioni Gedi (Gruppo Editoriale che fa capo a Marco De Benedetti) si avvicina alla quota azionaria di John Elkann, che con piccoli aggiustamenti supera ora il  6% del capitale.

Perrone, già editore del Secolo XIX, attraverso Mercurio spa, ha superato adesso il 5% del capitale di Gedi, secondo quanto emerge dalle partecipazioni rilevanti Consob.

Mercurio gia’ deteneva un 4,7% del capitale di Gedi, azioni sindacate nel patto parasociale con quelle detenute da Cir. Nell’aggiornameto del patto, che risale al novembre scorso, si legge che Mercurio deteneva altre 600 mila azioni Gedi acquistate dopo il 27 giugno 2017 data in cui si era verificato il conferimento in Gedi delle azioni rappresentative dell’intero capitale di Itedi (La Stampa).

Il superamento della quota del 5% (5,019%) del capitale Gedi da parte di Mercurio spa risale allo scorso 10 maggio.

Credits

Borsa Italiana