giorgio levi

Entro anch’io nella Hall of Fame dei Vecchi. A dicembre compio 40 anni di professione. Alla consegna delle pergamene vorrei fare come Bob Dylan

prima-2

Sono quello di destra con la barba, 1972

Chiedete ad un vecchio come si sente. Se non ha acciacchi che lo piegano in due dirà: “Molto bene! Mai stato meglio!”. Balle. Da vecchi non si sta bene, mai, nè dentro, nè fuori. Solo che è difficile ammetterlo.

Io vengo dalla generezione di Woodstock e di quel rock e di quella ribellione smodata ed eccitante che è stato il Sessanotto. In quarta liceo ho visto la prima ragazza in jeans, ma quando sono nato non c’era la televisione. Ho visto le tette di Stefania Casini in poltrona (prima fila all’Alfieri) a teatro,  ma al cinema per quel colossale mattone-finto porno di  Helga ci voleva la maggiore età, 21 anni. Leggevo di nascosto La Romana di Alberto Moravia e nessuno mi aveva mai spiegato come si baciava una ragazza. Ho sfogliato il primo Playboy americano in terza elementare con playmate Marilyn Monroe disegnata nuda da Vargas e mi chiedevo che cosa facessero tutte quelle donne grasse con il pancione che incontravo per strada.

vargas

Una pin up di Alberto Vargas

 

prima

1972

Ecco, io arrivo dritto dritto da quella generazione lì. Si può essere rilassati e beati e paciosi da vecchi? Godersi l’artrosi, il colesterolo, l’intestino che siccome funziona da secondo cervello ragiona meno del primo, dopo avere visto il mondo crescere così in fretta? Certo che no. E’ vero ci sono anche le eccezioni. Molti anni fa sono stato a San Francisco e sono andato alla City Lights Books, la libreria di Lawrance Ferlighetti (che è del 1919). Lui era dietro la cassa al pianterreno, mi sembrava vecchissimo con la sua barba bianca, eppure oggi c’è ancora, un po’ malandato ma sano di mente, con tutti quegli acidi che ha tirato giù nella vita. Lunedì scorso alla riunione del Cda del Centro Pestelli, puntuale ed educato come sempre, si è presentato l’avvocato Bruno Segre (che del Pestelli è stato un fondatore 50 anni fa), ha compiuto 98 anni, cammina rapido con il suo bastone, sente pochissimo, ma è una delle menti più lucide che mi sia capitato d’incontrare.

Sono appunto eccezioni. Io se non avessi Google in tasca non ricorderei nemmeno chi ha scritto i Promessi Sposi. Lunedì 12 dicembre però alla festa di Natale dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte riceverò, come altri colleghi d’epoca,  una pergamena speciale. E’ quella che celebra i 40 anni d’iscrizione all’Ordine. Fino a poco tempo veniva consegnata una targa di finto ottone, in qualità di Tesoriere ho chiesto di abolirla e sostituirla con un pezzo di carta. E’ meglio, soprattutto perché costa meno alle casse dell’Ordine e io ai tagli ci tengo. E poi se uno vuole conservarla va da Ikea si compra un cornice di legno chiaro e se la può appendere in casa. Altrimenti la lascia ammuffire, fino a quando la pergamena non si sarà sgretolata. Che è la sua fine naturale.

Avevo pensato di non presentarmi alla cerimonia nella Sala delle Cariatidi, come farà Bob Dylan con il Nobel a Stoccolma. Ma poi ho pensato: se non la ritiro vuol dire che abbiamo speso quattrini inutili per una pergamena che finirà in qualche polveroso dossier con il mio nome. Perciò ci andrò. Entro ufficialmente nella Hall of Fame dei Vecchi. Nell’atrio del Madison Square Garden di New York c’è un’altra Hall of Fame, con i nomi dei grandi dello sport di ogni tempo. Ecco, anche loro sono diventati vecchi, ma per noi che li abbiamo amati sul serio, l’immagine di quei ragazzi resta quella che ci ha fatto sognare e sperare e gioire. Magari la prossima volta vado lì a ritirami la pergamena di vecchio giornalista.

One thought on “Entro anch’io nella Hall of Fame dei Vecchi. A dicembre compio 40 anni di professione. Alla consegna delle pergamene vorrei fare come Bob Dylan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...