giorgio levi

La Stampa-Repubblica. Il polo funziona. Tutti i tentativi di Torino per far fallire lo sciopero dei poligrafici. L’insurrezione dei giornalisti

poligrafici

Alla fine i giornali non sono usciti. Anche La Stampa e La Repubblica. Lo sciopero nazionale dei poligrafici, sulla grave situazione nel gruppo Caltagirone, ha funzionato, fatta eccezione per il solito bouquet dei quotidiani destrorsi che sarebbero capaci di uscire in edicola anche senza giornalisti, impaginatori e tecnici delle rotative.

Ma bloccare l’uscita della Stampa non è stato come dirlo. L’imperativo dell’editore (quale?) per voce del direttore, è stato, fino a tarda sera: il giornale deve uscire in ogni caso. Come negli anni Settanta e Ottanta, pronunciare la parola “sciopero” scatena negli editori gli istinti anti-sindacali più bassi, ammette colpi proibiti, muove losche pedine sottobanco. In quarant’anni, con editori di ogni livello e grandezza, ne ho viste di tutti i colori. E ancora oggi non so darmene pace.

Al mattino un messaggio circolare della vice direzione dice ai giornalisti: “Cari colleghi,
vi informo che domani il giornale sarà in edicola. Dunque si lavora regolarmente. Il timone sarà diverso dal solito, sui dettagli della foliazione vi aggiorneranno i caporedattori”.  Al giornale si presentano in pochi, 3 o 4 poligrafici su una trentina di assunti. Pochi i giornalisti. La situazione, per la direzione del giornale, è complicata. Si intensificano i contatti con Roma e con la capogruppo Repubblica. Nel segno dell’indipendenza delle testate, ovviamente.  L’imperativo per tutto il giorno, a ranghi ridottissimi è: usciamo in ogni caso. Secondo fonti interne (dico subito che non intendo rivelarle, ma accetto smentite) si va su due fronti: ingaggiare poligrafici della Publikompass oppure offrire 300 euro in più a chi accetta di lavorare. Zero, non funziona.

Alle 17 i giornalisti decidono di condividere la lotta dei poligrafici. Il Cdr invia una mail circolare a tutte le redazioni: “Il Comitato di redazione, a fronte dello sciopero nazionale indetto dai poligrafici, considera una forzatura l’idea di far uscire il giornale, seppure in forma ridotta, vanificando la loro protesta. Di conseguenza, convoca un’assemblea straordinaria alle ore 17”. Il direttore insiste:  il giornale esce con le risorse che ha a disposizione.

Assemblea (a cui partecipano per la prima volta Rsu e sindacati dei poligrafici) con documento finale che chiede al direttore di non fare uscire il giornale. Votato da 47 su 49 giornalisti, all’unanimità alla redazione di Roma. Alle 22,30 è sciopero (anche) dei giornalisti. La resa aziendale, il giornale non può uscire.

La Repubblica anticipa la Stampa, ma solo nell’esatto momento in cui è chiaro che Torino non è disposta al crumiraggio.

Le reazioni. La Rsu de La Stampa esce oggi con un comunicato (che trovate in fondo in .pdf) che dice: “Per la prima volta, ma con grandissima soddisfazione, abbiamo avuto l’appoggio sincero, ma soprattutto costruttivo, di tutto il Cdr e dei colleghi giornalisti che pur appartenendo ad una categoria diversa hanno recepito l’importanza dello sciopero e
l’hanno fatta loro. A nome di tutti i poligrafici ringraziamo la categoria che ci ha
permesso di dimostrare che la democrazia e i diritti dei lavoratori esistono ancora”.

Infine, per sentito dire. Il giornale che avrebbe dovuto uscire sarebbe stato composto da 40 pagine, con prevalenza di notizie dal Nord-Ovest, con un numero molto ridotto di poligrafici e giornalisti. Insomma un test, o qualcosa di simile. Chissà.

La replica  della festicciola il 29 e 30, nei prossimi giorni dovrebbe essere confermato un nuovo sciopero dei poligrafici. Stay tuned.

Credits

Comunicato Rsu La Stampa

sindacato la stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...