giorgio levi

Tutti a bordo con Giulietti

Settimana moscia. Notizie che ci facciano saltare su divano, zero. Registro soltanto la campagna di Beppe Giulietti a sostegno della sua candidatura a presidente della Federazione Nazionale della Stampa. E l’appello con tweet e ritweet per un appoggio unitario della categoria. Che non c’era due mesi fa e non ci sarà questa settimana, quando Giulietti sarà eletto. Di correnti e correntine non me ne intendo, mi occupo di faccenduole giornalistiche locali, non ho conoscenza, nè fonti che mi dicano perché è nato questo dissidio. So che c’è.

Quello che mi domando è: era necessario ricorrere ad un appello pubblico firmato da Renzo Arbore, Neri Marcorè, don Ciotti, Roberto Saviano e altre star del circo mediatico per promuoversi e presidente di un sindacato? Giulietti ha ricoperto incarichi rilevantissimi in questa professione e in politica, anche con molti meriti, ma la presidenza a cui ambisce è quella di un sindacato. Certamente rilevante per il ruolo che i giornalisti hanno nella  vita sociale, ma modesto nella consistenza, nel ruolo che ha al di fuori di questa categoria e soprattutto nei numeri. E poi c’è un segretario a cui spetta il compito politico e di guida.

C’è qualche stonatura di troppo in tutto questo, ma non so dov’è. Forse da mercoledì si capirà meglio.

Credits

Articolo 21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...