giorgio levi

Il Gruppo Sole 24 Ore al lumicino. La relazione semestrale indica un rosso di 50 milioni. Il Cdr: “Un fallimento, adesso siamo sull’orlo del baratro”

il-sole

Che i conti del Gruppo Sole 24 Ore non fossero uno splendore si sapeva. Tuttavia, il risultato economico e finanziario contenuto nella relazione semestrale del Gruppo Sole 24 Ore  è anche peggio delle previsioni. ll patrimonio netto crolla a 28,2 milioni, bruciando 59 milioni rispetto alla fine dello scorso anno. Calano i ricavi (da 165,4 a 151,8 milioni) e si assottiglia la redditività (-19,7 milioni per il margine operativo lordo). E, come se non bastasse “si prevedono ulteriori perdite nella seconda parte dell’esercizio in corso”. E infine: si rende necessario un aumento di capitale dell’Editrice.

Che accadrà ora? Siamo alla vigilia di un nuovi accorpamenti editoriali, cessioni o alleanze strategiche? Come si arriva all’aumento di capitale e sarà sufficiente? Per ora dominano paure e preoccupazioni. I cdr del Sole, di Radiocor, di Radio24 e la Rsu Poligrafica scrivono in una nota: “La semestrale approvata ieri certifica un rosso di 49,8 milioni di euro. Questo fa salire l’amara contabilità delle perdite del gruppo a oltre 300 milioni di euro in 7 anni e mezzo. Al netto dei toni retorici della comunicazione, più volte propinati non solo alle redazioni e a tutti i dipendenti ma anche al mercato, con conseguenze e approfondimenti adesso ovvi e in sedi diverse trattandosi di una società quotata, le redazioni e tutti i dipendenti assistono stupefatti a un totale cambiamento dello storytelling aziendale. Dall’“ultimo miglio” siamo passati all’orlo del baratro. Con la continuità aziendale improvvisamente a rischio. Come tutto questo sia stato possibile, come sia stato possibile compromettere a questo punto la solidità di un’offerta informativa che ancora è punto di riferimento nel dibattito pubblico, ci riserviamo di capirlo prima e di spiegarlo poi ai lettori che hanno il diritto di essere informati anche e soprattutto su tutto quello che ci/li riguarda.

Quello sin da ora evidente è un fallimento su più livelli. La strategia, quella dell’espansione dei volumi, sia sul digitale sia sulla carta, con marginalità assai dubbia; anzi, a vedere i risultati, ovviamente oggetto di confronto, negativa. La governance, quella formale con il pasticcio delle deleghe esecutive sovrapposte tra presidente e amministratore delegato, con conseguente difficoltà a identificare il capoazienda e quella sostanziale, con l’impropria assunzione di un ruolo manageriale da parte di chi manager non è. La proprietà, con un’associazione degli imprenditori che ha lasciato gestire il suo asset principale con logiche tutt’altro che imprenditoriali; da basso impero piuttosto”

Siccome il terreno è minato, ecco una breve raccolta di articoli usciti in queste ore sia su Il Sole che su altri quotidiani, e che ho cercato di raggruppare. Aggiornamenti più tardi.

Credits.

Borsa Italiana, la relazione semestrale completa

Il Sole 24 Ore

Il comunicato dei Cdr e della Rsu Poligrafica dell’Editrice

Il Fatto Quotidiano

Il Giornale

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...