giorgio levi

Svelato il Salone del Libro. Edizione kolossal. Con una stonatura

Mai come quest’anno. Voglio dire, mai in centinaia di conferenze stampa a cui ho partecipato (mio malgrado), in 40 anni di professione, avevo assistito a 63 minuti (sessantatrè) di ringraziamenti. E’ partito il Salone del Libro edizione 2019. In un affollatissimo ex rimessaggio di barche sulle rive del Po. Almeno duecento persone. Baci, abbracci, come stai, fotografie, flash, telecamere, sindaca nervosa, autorità, sorrisini per Milano che è stata costretta a chiudere il suo Tempo di Libri, e poi giornalisti, studenti, madame che non sapevano dove andare, commessi viaggiatori, scrittori, librai, editori, associazioni, il ritorno dell’Aie, studenti dell’università, selfie, assessori e assessore, presidenti di fondazioni bancarie.

Dei guai passati dal Salone non sono un grande esperto, perciò taglio corto. Ne daranno ampio conto colleghi più preparati di me. Ho capito però che sarà una edizione kolossal, forse la migliore di tutte e 31 quelle precedenti. La fusione tra la vecchia Fondazione del Libro e la Fondazione del Circolo dei Lettori, e altri soggetti, è andata a buon fine. Salvato il marchio e i dipendenti. Un lavoro ben fatto, verrebbe da dire. Tuttavia, c’è una stonatura.

E riguarda il ricollocamento di un giornalista, alle dipendeneze della precedente Fondazione, che è rimasto fuori dalla porta. Leggo questa nota dell’Associazione Stampa Subalpina: “Un ex dipendente della disciolta fondazione – la persona che per anni ha curato ufficio stampa e comunicazione – è ancora in attesa di una ricollocazione o, per meglio dire, di una concreta opportunità di ricollocazione. Se nei mesi passati sono stati infatti messi a disposizione dal Circolo dei Lettori e da altre società partecipate dei bandi di selezione, che hanno permesso di trovare una soluzione volta all’assunzione per tutto il resto del personale, non altrettanto si può dire per la figura del responsabile dell’ufficio stampa. Suona, inoltre, beffardo che il Circolo dei Lettori abbia aperto di recente una selezione in questo ambito professionale, riservandola però esclusivamente a società private”.

Credits

Il presskit della conferenza stampa

Chi ci sarà al Salone del Libro